SCIOPERO DEL LAVORO PUBBLICO DEL 19 GIUGNO:PRESIDIO A POTENZA

SOTTO IL PALAZZO DELLA REGIONE A PARTIRE DALLE ORE 10,00

Potenza -

 

Giovedi 19 giugno Sciopero Generale del Lavoro Pubblico

A Potenza manifestazione regionale dalle ore 10,00 sotto il Palazzo della Giunta



Come già preannunciato lo scorso 21 maggio la USB ha indetto per la prima volta lo sciopero generale di tutte le categorie di lavoratori che prestano in loro servizio per la pubblica amministrazioni a prescindere dalle tipologie contrattuali per la difesa dello stato sociale,contro la spending review,per l'internalizzazione dei servizi fortemente penalizzati da ristrutturazioni e risparmi che non si abbattono sui guadagni ma solo sui lavoratori,con riduzione dell'orario,licenziamenti, mobilità, e che rispondono alle scelte scellerate di privatizzazioni fatte nel nome del risparmio ma che ormai si palesano come la prima causa di corruzione , per l'assunzione diretta dei lavoratorida parte delle società e degli enti appaltanti,per la stabilizzazione degli oltre 250.000 precari, per lo sblocco immediato dei contratti economici, l'aumento delle tariffe,il peggioramento delle condizioni e della sicurezza del lavoro,la riforma del ministro Poletti.

Quanto emerso dal Consiglio dei Ministri sulla riforma della pubblica amministrazione conferma e rafforza le ragioni e la necessità dello sciopero generale di tutto il lavoro pubblico, proclamato dall’Unione Sindacale di Base per il prossimo 19 giugno.

 A Potenza nel presidio organizzato sotto la regione si daranno appuntamento oltre ai lavoratori pubblici,oggetto di una demagogia senza storia e coscienza del ruolo che quotidianamente viene svolto nell'erogazione dei servizi che hanno qualificato la vita civile del Paese, i lavoratori socialmente utili che ancora attendono una stabilizzazione e che dopo quasi vent'anni di “utilizzo” non sono considerati lavoratori,non hanno diritto a contributi e quindi anche ad una pensione; gli ec LSU ATA mai assunti come bidelli e per cui si spende il doppio del necessario alla loro assunzione,con le condizioni di vita e lavoro stravolti dal nuovo appalto,i lavoratori del Don Uva e della Azienda che gestisce i servizi esternalizzati dalla stessa ,gli ex precari della Forestale dello stato, gli addetti alle Pulizie degli enti Pubblici: Vogliamo trovare uno sblocco dignitoso ad una condizione di precarietà, vogliamo por fine agli illeciti profitti ma anche a quelli “leciti”, quando viene considerato lecito un guadagno del 70% rispetto alle spese oggettive per il personale.



L’USB chiama pertanto tutte le lavoratrici e tutti i lavoratori a scioperare e a partecipare al presidio organizzato sotto la Regione a Potenza a partire dalle ore 10,00



Potenza,17.6.2014

la Coordinatrice Regionale USB Basilicata

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni