POTENZA, EDILIZIA PUBBLICA GESTITA DALL'ATER: UN'ALTRO CASO DI CANONI TRUFFA COME A ROMA?

Leggi Articolo della Gazzetta del Mezzogiorno uscito l'11 giugno 2013

 

Potenza -

 

 

 

Il programmato tavolo congiunto proposto dal Sindaco del Comune di Potenza, Ing. Vito Santarsiero, si è riunito per confrontarsi sulla problematica dei prezzi di cessione e dei canoni di locazione praticati dall’ATER sugli alloggi di Edilizia Residenziale Pubblica.

 

 

 

In data 11 giugno 2013 alle ore 16,00, si è tenuto nella sede comunale il concordato incontro tra il “Comitato Inquilini Piani di Zona – E.R.P. Potenza”, i rappresentanti della Federazione AS.I.A./USB, Angelo Fascetti e Rosalba Guglielmi, l’ATER di Potenza e l’Ing. Vito Santarsiero, Sindaco del Comune di Potenza, per confrontarsi sulla questione dei canoni di locazione e dei prezzi di cessione praticati agli alloggi realizzati a Macchia Romana.

 

Nel corso dell’incontro il rappresentante nazionale dell’AS.I.A./USB, Angelo Fascetti, ha ribadito l’assoluta necessità di fare chiarezza sulla normativa riguardante gli immobili realizzati in area PEEP e di fornire quindi tutte le informazioni e chiarimenti richieste dagli interessati, i quali hanno particolarmente apprezzato la sensibilità e nonché disponibilità che il primo cittadino ha ancora una volta dimostrato nei confronti delle problematiche riguardanti l’aspetto sociale dell’edilizia residenziale.

 

Ben diversa è stata invece la posizione dall’Arch. M. Bilancia, nella sua qualità di Direttore e rappresentante dell’ATER di Potenza, il quale si è ancora una volta mostrato irremovibile e indisponibile a qualsiasi apertura riguardante le richieste formulate dai convenuti.

 

Ricordiamo che molti degli assegnatari degli appartamenti ATER di Macchia Romana si trovano purtroppo in situazione di vera emergenza poiché, in questa fase storica di crisi economica sistemica, impossibilitati a sostenere i gravosi canoni richiesti dall’ATER, sono stati oggetto di provvedimenti di sfratto.

 

L’ATER quale ente pubblico, dovrebbe affrontare l’emergenza abitativa al fine di ridurre il disagio vissuto dai cittadini, mentre dalla politica sulla casa attuata dalla stessa Azienda, sembra che tale disagio venga invece alimentato, se non addirittura creato.

 

Da quanto esposto, nei presenti forte è stata l’impressione che l’ATER voglia fare quindi l’immobiliarista!

 

L’AS.I.A./USB, rappresentata da Angelo Fascetti, quale Legale rappresentante e membro dell’esecutivo nazionale, sulla questione degli sfratti ha chiesto la sospensione delle procedure attivate dall’ATER, nei confronti degli assegnatari in difficoltà.

 

Il Sindaco Santarsiero, pur apprezzando l’attività svolta dall’ATER nel campo dell’edilizia sociale, si è attivato per convocare un nuovo tavolo di confronto coinvolgendo anche i rappresentanti della Regione Basilicata, poiché, anche in questa occasione l’ATER di Potenza non ha soddisfatto le aspettative e le richieste dei presenti.

 

Invitiamo i cittadini interessati a volere prendere contatto con la Federazione Regionale dell.AS.I.A./USB per segnalare situazioni in contrasto con le finalità delle norme sull’Edilizia Residenziale Pubblica.

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni