Ospedale San Carlo Potenza: lettera aperta

Atti di arroganza all'Ospedale San Carlo di Potenza

Potenza -

Il rappresentante aziendale dell'U.S. B, casualmente, il giorno 10/02/2016 ha assistito a un'aggressione verbale da parte di un di primario contro una lavoratrice al gruppo operatorio centrale con intemperanza e maleducazione che hanno rasentato la rissa e per questo L'U.S.B grida con forza

“MO’ BASTA! ”

Cattiva educazione ed intemperanza non devono far parte della vita ospedaliera come di nessun altro ambiente lavorativo.

Questa O.S. chiede che il rispetto sia sempre alla base dei rapporti interpersonali a prescindere dal grado, dall’incarico (Primario o Capo Dipartimento), e/o dalla ricchezza (Ferrari, Porsche).

 

L'arroganza e l'impazienza non sono mai giustificate e soprattutto da parte di chi dirige. Tali atteggiamenti determinano umiliazione e autorizzano anche altri Dirigenti ad assumere lo stesso comportamento arrogante e maleducato nei confronti di Infermieri e Caposala, soprattutto se sono donne.

L’U.S.B. ricorda che l’incarico di “Primario o Capo Dipartimento” è un onore e un onere relativo alla capacità di coordinamento delle varie UU.OO. e non dà alcun titolo di “padrone illimitato”.

L’impegno della U.S.B. resta quello di denunciare a voce alta chi non rispetta un metodo educato, civile e democratico.

 

L'U.S.B è sempre a disponibile per qualsiasi confronto al fine di affrontare e risolvere i problemi dei lavoratori.

 

* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni