MIGRANTI: UNO SPORTELLO PER I LAVORATORI BRACCIANTI E PER L'INTERA CITTADINANZA A VENOSA (PZ)

Nazionale -

L’occasione è stata un vero momento di dibattito, quella dell’inaugurazione dello Sportello Migranti svoltasi Venerdì 24 luglio a Venosa (PZ) organizzato dall’USB in collaborazione con la Chiesa Evangelica Metodista di Venosa, con la partecipazione e testimonianza di lavoratori braccianti e numerose associazioni. Nonché gli interventi di Daniele Troia, della Chiesa Evangelica Metodista Venosa, Francesco Castelgrande della Federazione Regionale USB Basilicata e Aboubakar Soumahoro dell’Esecutivo Nazionale USB.


Lo Sportello Migranti, che nasce come strumento di presa di coscienza e di partecipazione dei lavoratori, sarà aperto ogni Mercoledì dalle ore 9.00 alle ore 13.00 – Sabato dalle ore 17.30 alle ore 20.00 presso i locali della Chiesa Evangelica Metodista in Via Melfi, 104 a Venosa (Potenza)


Questo percorso è stato voluto proprio dai lavoratori braccianti che nel corso di questi ultimi mesi, abbandonati a loro stessi, hanno manifestato l’esigenza di avere uno strumento per venire a conoscenza dei propri diritti e soprattutto in una prospettiva di organizzazione e di partecipazione.


La Chiesa Evangelica Metodista e l’USB Venosa, attraverso questo percorso, hanno dimostrato che la difesa e la promozione dei diritti sono terreni d’incontro e di condivisione.

La condizione nella quale sono abbandonati a sopravvivere questi lavoratori grida giustizia contro le leggi esistenti come la Bossi-Fini e il Josb act in termini di neo-schiavitù.


Lo Sportello Migranti è anche uno strumento per l’intera cittadinanza in termini di servizi generali


* Questo sito usa i cookies per effettuare statistiche sulla navigazione. Navigando sul sito accetti l'utilizzo dei cookies Ulteriori Informazioni